Torino 3 ottobre 2022

Presentazione ore 9,30 – 11

Piazza Maria Ausiliatrice – TORINO

 

Aspiranti progettisti europei al liceo

Dall’aula del liceo Maria Ausiliatrice a Torino al Parlamento Europeo a Bruxelles dopo un’esperienza da aspirante progettista, per i migliori studenti del 4° anno, il salto può esser breve!

è questo lo scenario che si aprirà alla fine di un interessante percorso didattico curricolare per gli studenti piemontesi grazie ad una iniziativa inedita: per quatto mesi infatti tra novembre 2022 e febbraio 2023 due classi del liceo economico-sociale e linguistico salesiano avranno il privilegio di annoverare tra i docenti due progettisti con esperienze presso l’Unione Europea e apprendere in teoria e poi in pratica, come si seleziona, scrive ed ottiene un finanziamento dalla UE.

La Presidente di CIOFS-FP Piemonte Silvana Rasello e il Preside del Liceo Maria Ausiliatrice Filippo Buzio hanno immaginato questa opportunità e ne hanno costruito le basi, ragionando su quali conoscenze, predisposizioni e competenze specifiche possano esser utili ai ragazzi di domani che sono, a tutti gli effetti, equamente italiani ed europei.

è importante che i ragazzi abbiano consapevolezza delle opportunità che esser europei offre – dice Rasellol’abilità a sviluppare progetti e farli finanziare, la conoscenza di Erasmus+ sono esperienze che saranno loro utili nella vita, sia come processo di maturazione e consapevolezza, sia come abilità nel mondo del lavoro. “ 

Attraverso la collaborazione con CBE, Coopération Bancaire pour l’Europe si lavorerà per realizzare il progetto “MEET EUROPE” aprendo così agli studenti prospettive su nuovi orizzonti.

Caterina Bortolaso e Filippo Pelissero giovani project manager presso CBE, illustreranno i meccanismi e le opportunità che l’Europa offre: ci si orienterà, in accordo con i ragazzi, all’individuazione di un progetto piccolo e legato a tematiche care ai giovani, poi tra lezioni e “compiti a casa” si finalizzerà la costruzione e la presentazione del progetto.

Continua Buzio: i giovani non sempre sono consapevoli di tutte le opportunità che l’Europa offre loro, sempre più letta come entità puramente amministrativa, che chiede ed eroga finanziamenti. Si è un po’ affievolito lo spirito che ha animato i padri fondatori di costruire un’“Unione” Europea, orientata alla cittadinanza condivisa e ai valori. Questa iniziativa ha anche l’obiettivo di ristabilire un legame più profondo tra il nostro ruolo di individuo e quello di collettività.”

 

UFFICIO STAMPA

Maria Grazia Balbiano

Mobile 347 36 07 342 – info@mariagraziabalbiano.com

Leave a Reply

preloader