image4

Immagine 1 di 10

Giovedì 3 marzo 2022, presso l’Università del Piemonte Orientale nella sede di Vercelli, si è svolta la cerimonia di premiazione del Concorso-Kit “Imprese rur@li. Giovani imprenditori e sviluppo rurale sostenibile” .

Tra le classi premiate anche 5 allievi del Corso Operatore della Trasformazione agroalimentare – Valorizzazione delle filiere territoriali della sede Ciofs – Istituto Sacro Cuore – di Vercelli. Il loro gruppo di lavoro si è dato il nome di SOSTENIBILI:

Il Concorso è inserito nell’ambito dell’omonimo progetto promosso da Regione Piemonte (Direzione Agricoltura e Cibo e Direzione Ambiente Energia e Territorio) e IRES Piemonte, finanziato nell’ambito delle attività di comunicazione del PSR 2014-2020.

Il progetto “Imprese Rur@li. Giovani imprenditori e sviluppo rurale sostenibile”, in cui si inserisce il Concorso-KIT, intende promuovere lo sviluppo sostenibile nei territori rurali piemontesi.

“Imprese Rur@li” prevede sia un’attività di ricerca, coordinata da IRES Piemonte, sia un’attività di sensibilizzazione, comunicazione e animazione sui temi dello sviluppo rurale sostenibile. Il Concorso-Kit, rivolto alle classi del 3° e 4° anno dei licei e alle agenzie di formazione professionale delle province di Asti, Cuneo e Vercelli, è partito nell’autunno del 2020, ha un premio di mille euro per i migliori progetti ed ha l’obiettivo di far conoscere ai giovani le buone pratiche di sostenibilità del territorio rurale in cui vivono.

Il Concorso-KIT prevede che le classi o gruppi di studenti candidati seguano un percorso a tappe da concludersi con la creazione di un progetto di impresa rurale “ideale” e della relativa presentazione.

I cinque allievi vercellesi – Alessandro Moretti, Gabriele Prestifilippo, Logan Gennari, Walid Moutaabid, Kristjan Rrucaj sotto la guida attenta e appassionata della formatrice Valentina Ravizza e coordinati dalla tutor Maria Teresa Liuzzo, hanno presentato il progetto della loro azienda sostenibile dal nome evocativo NatuRiso. Un’azienda collocata nel territorio vercellese, a vocazione risicola, che mette insieme l’intera filiera del riso dalla coltivazione alla produzione, conservazione, distribuzione fino alla trasformazione e vendita con il principio della sostenibilità. La sostenibilità – declinata in attenzione all’ambiente, promozione sociale e sostenibilità economica – deve diventare, secondo i nostri ragazzi, un’ABITUDINE, un modo di pensare e di vivere, per non danneggiare il futuro loro e del loro territorio.

Il premio in denaro, come previsto da Regolamento, dovrà essere utilizzato per l’acquisto di beni o servizi sostenibili per il Centro di appartenenza. Il superpremio invece prevede la visita dei nostri ragazzi presso tre realtà produttive del territorio vercellese, individuate dalla Regione come esempi per le loro buone pratiche di SOSTENIBILITÀ.

Un incontro tra presente e progettualità futura.

Complimenti ai nostri allievi!

Leave a Reply

preloader